Delicatamente ricondotti al benessere

cranio sacrale bioenergeticoIl massaggio cranio-sacrale è una tecnica di massaggio olistico, attuata tramite un tocco molto leggero dell’operatore sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale, alla ricerca del “contatto” con il ritmo cranio-sacrale, che va assecondato e stimolato.

I sistemi che regolano il funzionamento dell’organismo sono collegati tra loro, di conseguenza il massaggio apporta benefici a tutti i livelli: da semplice trattamento anti-stress, può arrivare a riequilibrare la postura, i muscoli, l’apparato gastroenterico e migliorare la respirazione. In molti casi può essere un vantaggioso complemento nel trattamento della sciatalgia, dei mal di schiena, dei traumi da parto, colpi di frusta, emicranie, scoliosi, vertigini e problemi dell’articolazione mandibolare.

Per una durata variabile tra i 40 e i 60 minuti, l’operatore pratica leggere manipolazioni alle parti del sistema cranio-sacrale che rimangono normalmente contratte in caso di stress, stimolando la circolazione del liquido cerebrospinale. Nonostante si tratti di un tocco delicato, il massaggio agisce profondamente sul sistema nervoso, influenzando sia il sistema ormonale che quello immunitario, favorendo l’armonia degli stati psicologici ed emotivi, stimolando uno stato di benessere che, in base al concetto olistico dell’essere umano, favorisce l’armonia tra corpo, mente e spirito.
Per la sua natura non invasiva, il massaggio cranio-sacrale può essere praticato anche sui neonati, sulle persone anziane e sulle donne in gravidanza.

Il cranio-sacrale del tocco amorevole di Cristian Timofte

cranio sacrale bioenergetico(3)Quando una persona viene a farsi trattare sono consapevole che questo accade grazie alla combinazione di forze interiori che l’hanno spinta a esplicitare la sua richiesta.
Prima di iniziare il trattamento, sulla base di ciò che mi racconta di sé cerco di scoprire il suo bisogno, perché le tecniche che scelgo, di volta in volta, di applicare, dipendono da queste informazioni.
Creo la relazione di fiducia in cui la persona sente che può lasciarsi andare.
La mia totale attenzione è rivolta a lei: il suo stato emotivo conta più di cosa dice e mi lascio guidare dalla sottile onda che si instaura tra noi. Riduco al minimo le parole, la faccio stendere sul lettino, metto una prima canzone di rilassamento, e iniziamo a respirare. Prendo atto di tutto quello che succede intorno a noi, sento la pressione nell’aria, sento le mani formicolare, percepisco le varie parti del corpo, le emozioni e altri stati di coscienza.
Da questo momento inizia il livello più profondo di comprensione dei bisogni.
Mi sintonizzo su ciò che la persona desidera sperimentare o percepire: alcuni vogliono semplicemente rilassarsi dalle tensioni nervose o emotive, causate da esperienze passate. Poiché il tempo è trascorso, ciò che è accaduto non conta più e trattenere le esperienze crea pesantezza al corpo, che la manifesta in diversi modi. Spesso è proprio a questo punto che molti si chiedono se non sia arrivato il momento di lasciar andare e si mettono in una condizione di ricerca, indirizzandosi verso una persona che le possa aiutare.
Appoggiando le mani recepisco la sacralità del corpo e aspetto.
Aspetto che la persona mi parli attraverso il respiro e i movimenti, a volte involontari. Da lì decido quali delle mie conoscenze e competenze mettere in pratica, in base alla richiesta esplicita della persona e al movimento del corpo.

Il corpo tradisce emozioni

In alcuni casi appoggiando le mani sento il corpo teso, contratto, la persona non respira o non vuole respirare. Questo succede quando subentra la razionalità e sorgono le domande: oh dio e ora? cosa succede? cosa succederà? sarò in grado di…? è il momento per…?
In questi casi, mantenendo la connessione interiore e con la persona, uso una tecnica particolare: il cranio-sacrale bioenergetico, che mi permette in un primo momento di entrare in ascolto del corpo fisico.
Il corpo del ricevente sente una presenza costante, grazie ai movimenti creati dalle mie mani, che agiscono principalmente sul rilascio naturale delle tensioni muscolari, nervose, emotive.
cranio sacrale bioenergeticoAgisco principalmente sul cranio e sull’osso sacro, che stanno alla base di tutto e vengono perciò chiamati “i pilastri del corpo”.
Attraverso il tocco si favorisce un maggiore afflusso di liquido cerebrospinale nel cervello, ottenendo effetti secondari in tutto il corpo, che vanno a influire sulla parte o l’organo interessato.
Il corpo fisico è collegato ai corpi sottili, alle emozioni, ai pensieri che si integrano con il corpo energetico, aumentando il suo magnetismo.
I nostri corpi comunicano pensieri, emozioni, visualizzazioni, possiamo dire che sono la proiezione di noi stessi in determinate situazioni percepite come positive o negative. Le registrano e le trasmettono, manifestandole sul piano fisico. Il susseguirsi di pensieri che creano emozioni va ad influenzare il nostro corpo (realtà fisica) al quale normalmente diamo poco ascolto, per lo meno fino a quando non ci manda un segnale di pericolo.

La mia esperienza mi ha insegnato che queste pratiche,
agendo sul piano fisico, collegato a quello emotivo,
portano sempre la persona a uno stato di benessere mentale, fisico ed emozionale, aiutandola a incamminarsi verso il risveglio e l’attivazione delle proprie capacità individuali.

Ogni esperienza è unica e ogni racconto è diverso.

Se desideri sperimentare un trattamento Cranio-Sacrale Bioenergetico contattami
Scrivi cristian@kundalinivision.com
chiami +39 351 0548391

Clicca qui per visualizzare il mio profilo

Condividi: